This artist is participating in the edition Roma.

This artist is participating in the edition Berlin.


His work is liked by:
giordanorenato, Projektraum Ventilator 24,


Don Chisciotte
Burattinai e Burattini
Magia al Circo
Cavaliere Fantastico
Cavaliere Fantastico

renato giordano

Lives and works at

Born 03121939

Curriculum

Studio d’Arte Renato Giordano Via Furio Camillo,1 - abitazione via Anna Picari,3 01015 Sutri (Vt) renatomariagiordano@libero.it www.pitturarte.it tel.0761/609519/600809 - 3393109102 Renato Giordano – da pittore figurativo a….– Biografia Penultimo di sette figli Renato Giordano è nato a Mondello (1939), borgata marinara vicino Palermo. Il rigore all’interno della famiglia, lo spinge ad evadere sin da bambino con la fantasia verso tutto quello che la natura generosamente gli offre.Ferma sulla carta le impressioni prediligendo la natura ed i personaggi caratteristici attenti ai loro mestieri. A scuola sceglie l’indirizzo artistico per apprendere le tecniche pittoriche dell’olio, i pastelli a cera e la china. Conseguita la maturità artistica ed il diploma di “Maestro d’Arte” inizia l’attività pittorica unitamente alla scultura ed alla ceramica.Alla fine degli anni cinquanta partecipa alla prima mostra di pittura della “Fiera del Mediterraneo” riscuotendo notevole successo. Con Franco Di Vita, suo amico e Maestro, svolge un’interessante produzione di ceramiche e sculture. Attratto dalle correnti pittoriche informali ed astratte attiva una ricerca in questo senso e come per magia realizza opere su tela, legno e metallo, stratificando, accostando e mescolando materiali diversi come sassi, sabbia, gesso e colla. ma il linguaggio della negazione ad ogni legame dell’arte figurativa e quindi della natura non lo appaga¸pertanto prevale la passione di sempre ed i suoi modelli ispiratori sono i grandi impressionisti francesi. Trasferendosi a Roma per alcuni anni, occupandosi di altro, rallenta l’attività produttiva e nella seconda metà degli anni settanta si dedica all’insegnamento di materie artistiche presso le scuole medie della Capitale. Le sue opere sono custodite in collezioni pubbliche e private in Italia ed all’estero in Francia, Germania e California.Un’opera è custodita presso il Museo G.Sciortino di Monreale (Palermo) e presso il Quirinale. Ora, da alcuni anni, vive a Sutri (VT) e lavora presso il suo studio d’arte in via Furio Camillo n.1 dove sperimenta e sviluppa una pittura creativamente libera. ************ MOSTRE PERSONALI: 1961 Milano - Sala Dott. L. Cocco 2002 Sutri (VT) - Galleria Irtus (Corriere di Viterbo 6/07/2002) 2002 Pisoniano - Salone Comunale 2002 Capranica (VT) - Spazio Aperto Nicolini (Il Messaggero 23/11/2002) 2002 S.Severino Marche - Al Buco dell'Arte (Pro-Loco) 2003 Viterbo - Sala Almadiani (Patrocinio Comune di Viterbo e spons. Agenzia INA-ASSITALIA) 2006 Roma - Galleria Astrolabio - Premio "ARTEVITA" 2006 Castello S.Severa (Rm)- "Onde di Colore" 2006 Capranica (VT) - Spazio Aperto Nicolini "Concerto di Colori" 2006 Carbognano (VT) - Associazione "Saperi e Sapori" 2007 Borgo di Sutri (VT) - "Congresso Internazionale Wynner" - Rotary Roma 2007 Bolsena (VT) - "Eventi Arte Musica e Cultura" 2008 Viterbo - Galleria Chigi "Un siciliano nella Tuscia" 2008 S.Marinella - Biblioteca Comunale 2008 Civitavecchia - Riva di Traiano "Music Festival" 2008 Capranica "Omaggio agli Anguillara" 2009 Roma - S.Maria del Popolo "Premio Shalom 2009 Bolsena – Sala Cavour 2009 Sutri – Museo del Patrimonium 2010 Sutri – Villa Savorelli 2011 Roma - BancaSella 2013 Capranica – Linea Verde Nicolini 2013 Sutri – AMACI Giornata del Contemporaneo 2014 Roma – Galleria Linea Blù MOSTRE COLLETTIVE : 1958 Palermo - Fiera del Mediterraneo 1960 Anzio - Riviera di Levante 1976 Roma - Palazzo dei Congressi 2001 Sutri - Galleria Irtus "L'Euro e la nuova icona" 2002 Sutri - Galleria Irtus "Il Paesaggio" 2002 Sutri - G lleria Irtus "Omaggio a O.Caccia" 2003 Sutri - Galleria Irtus "La Maschera" - (Il Messaggro 6/07/2002) 2003 Sutri - Galleria Irtus "L'Immagine dei Sogni" 2004 Sutri - Anfiteatro di Sutri "Orlando Paladino" 2005 Sutri - Galleria Irtus "Astratto" 2005 Sutri - Galleria Irtus "Il libro come oggetto d'Arte" 2005 Sutri - Galleria Irtus "Il Segno della Matita" 2006 Roma - Galleria Astrolabio "Arte Moda Grand Hotel Gianicolo" 2006 Montalto di Castro - "Progetto Laboratorio Arte" 2007 Roma - Galleria Astrolabio "Vernissage degli Artisti" 2007 Tarquinia - I^ Edizione "Premio Internazionaale Arcaista" 2007 Taormina - "Luglio Expò" 2007 Catania - Ass. Athena "Biennale Arti Visive" 2007 Massa - Castello Malaspina "Don Chisciotte e il Santo Graal" 2007 Roma - Galleria S.Agata "Arte di fine estate" 2007 Tarquinia - Palazzo Bruschi "Perchè no?" 2007 Catania - Galleria Athena "Oscar dell'Arte" 2007 Parigi - Boè "I°Trofeo Eiffel" 2008 Catania - "Premio alla carriera" 2008 Palermo - Museo Sciortino di Monreale 2008 Caserta - MAUI "Biennale Arti Unità d'Italia" 2008 Roma - Villa Pamphili "Natale di Roma" 2008 Viterbo - Ass. Artistica Art in The World "Rosso d'Arte" 2008 Tarquinia - "II° Premio Internazionale Arcaista" 2008 Terni - Festival "Terni in Arte" 2008 Agrigento - "Fiera al Palaesposizioni" 2008 Viterbo - Ass.Atistica Art in the World "Tra musica e pennelli" 2008 Palermo - Boè "3° Premio Internazionale" 2009 Zagarolo - Palazzo Rospigliosi "Il Giocattolo" 2009 Viterbo – Sala Almadiani “Mostra Ferrari” 2009 Monreale – Museo Sciortino 2009 S.Antioco – Museo Ferruccio Barreca 2009 Fiuggi/Roma/Sorrento/Capri/Amalfi/Ravello “Segni e Sogni 2009 Bruxelles – Premio “Renè Magritte” 2009 Civitavecchia-“Aula Pucci” Passionart” 2009 Milano –“Fabularia” Associazione Veronica Sacchi 2010 Parigi – Galleria Le Thuillier “Premio New York” 2010 Roma – Basilica S.Apostoli “Un cuore per Haiti” 2010 Parigi – Galleria Thuillier riconoscimento “Avanguardie Artistiche” 2010 Monreale – Museo “Giuseppe Sciortino” premio “Guglielmo II” 2010 Civitavecchia – Maschio del Forte Michelangelo 2010 Bruxelles – Galleria AmArt 2010 .Mondolfo – Chiostro S.Agostino “ValCesanoArte” 2011 Roma – Quirinale e Biblioteca Senato 2011 Roma – ex Galleria “Il tetto” via Margutta 2011 Roma – Corte dei Conti 2011 Roma – Art Gallery Tornator 2011 Sutri – AMACI (Musei Associati) – Giornata del contemporaneo 2011 Torino – Arte in Tricolore 2012 Forlì – Vernice Art Fair 2012 Roma – Circolo Marina Militare “Caio Duilio” 2012 Palermo – Biennale d’Arte 2013 Genova – Saturarte – Arte Contemporanea 2013 Zagarolo – Palazzo Rospigliosi 2014 Sutri – AMACI Giornata del Contemporaneo

Statement

RENATO GIORDANO: IL PITTORE DALLE CENTO ANIME Ciò che più colpisce nella pittura del maestro Renato Giordano è la poliedricità della sua produzione. L’opera dell’Artista spazia in un mondo così vario da sembrare un caleidoscopio in continuo mutamento. Nei “Galli in lotta”, come in un mosaico Pompeiano, si miscelano colori caldi e freddi che donano vita ai contendenti in tutta la drammaticità di quella battaglia per la sopravvivenza e quasi si immaginano gli avidi scommettitori intorno quel campo di morte. Nella serie “I Pupari”, utilizzando sapientemente un tratto e un mix di colori unici, il maestro ottiene una falsa staticità, evocante nello spettatore, un poetico profumo di cose passate e di ricordi infantili. Nella serie “Don Chisciotte”, la dimensione onirica e folle prende il sopravvento e le essenziali intuizioni di Giordano descrivono, a tutto tondo, l’evoluzione della pazzia e della solitudine del protagonista. Le “Marine” sono poesie romantiche su tela che evidenziano la perenne profonda nostalgia dell’Autore per la sua terra natia, la Sicilia. Le Nature Morte”, meglio sarebbe definirle vive, denotano una scelta così accurata delle varie sfumature tanto da riprodurre, perfettamente, quelle proprie di ciascuna delle quattro stagioni. Nel capolavoro “La Visita”, che, in effetti, potrebbe essere un autoritratto senza protagonista, Renato Giordano mette a nudo il suo carattere e con pochi particolari, riesce ad ottenere che l’astante si immagini anche il suo aspetto fisico. Nel “Volo di Icaro” veniamo portati nella dimensione del mito, dove, con il sapiente uso di toni che vanno dal celeste al bianco, l’autore ci trasmette le espressioni di trionfo, prima, di disperazione e angoscia, poi, del protagonista. Essendo, l’opera di Giordano molto vasta, a testimonianza della sua poliedricità si potrebbero portare altri innumerevoli esempi ma quanto sopra, sicuramente, è sufficiente per notare l’uso sapiente di colori “difficili” che soltanto “veri” artisti sanno valorizzare per ottenere quegli effetti cromatici che ispirano in chi osserva le forti sensazioni che si vogliono trasmettere. In conclusione, volere etichettare Renato Giordano in una corrente pittorica piuttosto che in un’altra oltre che arduo sarebbe riduttivo: Renato Giordano è e deve restare il pittore dalle cento anime.

Tina Prize - Roma Artists Tina Prize - Berlin Artists Tina Prize - Bercelona Artists